Smaltimento rifiuti e gestione: guida a normativa e servizi

Cosa rappresenta un rifiuto per la normativa vigente e come avviene lo smaltimento rifiuti? La tutela dell’ambiente è un tema di assoluta priorità, disciplinato a livello nazionale ed europeo, e sia privati cittadini che imprese sono chiamati a fare la loro parte. Ecco quindi i riferimenti legislativi di rilievo e i principali servizi per la gestione rifiuti.   

Gestione Rifiuti: Classificazione e normativa vigente 

Uno dei primi riferimenti legislativi in fatto di smaltimento rifiuti coincide con il D.lgs 22/97, conosciuto anche come Decreto Ronchi. Un altro passaggio fondamentale risale all’aprile del 2006. Si tratta del decreto legislativo del 3 aprile n. 152 relativo alle Norme in materia ambientale.

Il provvedimento ha riscritto le regole inerenti alla questione ambientale, con particolare attenzione alla gestione rifiuti, trattata in 89 articoli nell’ambito della "Parte quarta". 

Sono indicati quali interventi eseguire per diminuire la generazione di rifiuti, le opere per il recupero del materiale e infine le procedure di smaltimento.

In particolare è l’articolo 184 del D.lgs 152/06 che definisce i criteri di divisione dei rifiuti. Da una parte abbiamo l’origine, in base alla quale i rifiuti sono classificati come urbani o speciali, dall’altra la pericolosità (rifiuto pericoloso o non).

Deve poi essere considerata, in rapporto a tutti i tipi di rifiuti, la riutilizzabilità o meno. Se il rifiuto è riutilizzabile può essere soggetto a procedure di recupero altrimenti verrà smaltito.

Nella gestione rifiuti, articolo 182, viene affermato che lo smaltimento costituisce una opzione da praticare esclusivamente se non vi sono concrete soluzioni di recupero.

Codici CER rifiuti

Il rifiuto è associato al codice CER, elemento identificativo strutturato in 20 classi. Da una corretta interpretazione di questo è possibile comprendere, tra i vari aspetti, se abbiamo a che fare con materiali pericolosi o non. I primi vengono contraddistinti dalla presenza di un asterisco.

I rifiuti pericolosi dipendono dalle sostanze utilizzate per la realizzazione del prodotto. Persino gli uffici li producono, alcuni toner, cartucce per stampanti e nastri rientrano proprio in questa categoria.

Servizio gestione rifiuti speciali prodotti in ufficio

Il corretto smaltimento rifiuti speciali per le imprese coincide con un inevitabile, gravoso impegno burocratico e materiale. Vanno del resto rispettati i numerosi vincoli stabiliti a livello legislativo, ancora più stringenti quando vengono coinvolti rifiuti pericolosi. Trovare quindi una seria e affidabile società specializzata è prioritario.

Come smaltire toner? La soluzione per chi è alla ricerca di un servizio completo di raccolta, trasporto, recupero e/o smaltimento dei rifiuti speciali prodotti in ufficio, si chiama EcoRecupero.

EcoRecupero ti permette di trasformare i tuoi i rifiuti da ufficio in una risorsa, offrendoti risparmio sui costi di smaltimento nel rispetto dell'ambiente. Sarai inoltre liberato da qualunque responsabilità civile o penale.

Sei interessato a ricevere un preventivo o vuoi scoprire in dettaglio l’offerta di smaltimento rifiuti di EcoRecupero? Visita il sito ecorecupero.it o chiama il numero verde 800 198410.